mercoledì 5 febbraio 2014

Weekly Movie Corner Special: Star Wars Marathon.

Finalmente ho ripreso il ritmo pesante in palestra, pestando duro al sacco e ricominciando la scheda d'allenamento cattiva (complice anche la scarica di adrenalina delle partite di rugby, lo so, mi impressiono abbastanza facilmente); ma Mercoledì non significa solo sputare sangue alla panca! Mercoledì implica che c'è il classico appuntamento per cinefili, ovvero il Weekly Movie Corner che, come i due appuntamenti precedenti, ha qualcosa di speciale...ovvero si parlerà esclusivamente di Star Wars! Attacca con la sigla maestro.


Per chi si fosse perso gli episodi precedenti, ricordo che può sempre rovistare nelle etichette...oppure, se siete particolarmente pigri, qui potrete trovare l'Episodio I, mentre qui l'Episodio II. Mentre oggi concludiamo la seconda trilogia in ordine di uscita con...

Star Wars - Episodio III: La vendetta dei Sith.


Titolo: La vendetta dei Sith
Titolo originale: Revenge of the Sith
Regia: George Lucas
Durata: 144 min
Anno: 2005
Genere: fantascienza
Cast:  Ewan McGregor, Natalie Portman, Hayden Christensen, Ian McDiarmid, Christopher Lee, Samuel L. Jackson.

Trama: la Guerra dei Cloni sta portando devastazioni in tutta la Galassia, mentre sempre più pianeti passano dalla parte della CSI che, oltre al Conte Dooku, vede come leader il sinistro generale Grievous. Mentre i Jedi sono ormai totalmente assorbiti dai loro impegni bellici, una nuova e oscura minaccia sta crescendo in seno al Senato, minaccia volta a distruggere l'Ordine dei Cavalieri...


Parliamone: terzo capitolo della seconda trilogia, quella che avrebbe dovuto spiegarci perché Darth Vader sosteneva di essere il padre di Luke Skywalker, perché Obi-Wan Kenobi divenne un vecchietto squinternato che viveva ai margini della società di Tatooine e, soprattutto, perché le tette di Leila andassero dappertutto...intendevo, perché all'improvviso la Repubblica Galattica si trasformò in Impero Galattico.
Partiamo dal principio. Ah, no! Mi sono scordato di dirvi una cosa a proposito dell'Episodio II!
Avete presente le gaie scene in cui Anakyn e Padme si trastullano sul pianeta natìo dell'ex-regina? Cioè su Naboo?

Oh sì che ve le ricordate. Beh, lasciate che vi dica (non senza un certo orgoglio) che le scene girate nella casa di villeggiatura del Cavaliere e la sua donzella furono girate proprio sul lago Como, c'est à dire ad un tiro di schioppo da casa mia. Solo perché all'epoca ero piuttosto ignorante (15 anni, che volete farci?) altrimenti avrei invaso il set per osservare da vicino quella gran bellezza che è Natalie Portman.
Torniamo a noi, dove eravamo rimasti? Ah sì!
Ergo, l'Episodio III ci spiega un po' in fretta e furia come i drammi e traumi adolescenziali del povero Anakyn Skywalker (che stava per diventare papà), uniti al senso di frustrazione causato dalle continue perculate del Consiglio Jedi: della serie, puoi sedere con noi, ma non puoi fare nulla; taci e ascolta. Miserrimo! Come tutto questo popò di roba abbia portato all'infelice esito della pellicola, vale a dire all'installazione permanente dell'aerosol e al ricovero immediato nel reparto dei grandi ustionati degli Ospedali Riuniti di Coruscant.


Cattivone d'eccezione è il Generale Grievous, facente veci del defunto e decapitato Sith Gentiluomo Ducaconte Gian Maria Dooku Commendatore di Gran Croce dell'Ordine Supremo dei Cattivi Intergalattici.
Grievous che è...beh effettivamente non si capisce bene cos'è...però ha anche lui problemi con l'asma e ha una tosse molto brutta...


...uno pseudo-droide talmente cattivo che ha l'abitudine di tenersi le spade laser dei Jedi che ha accoppato, per poi usarle con le sue fichissime quattro braccia robotiche. Il nostro Obi Wan Kenobi si troverà faccia a faccia con il mostro un paio di volte, prima di metterlo a cuccia definitivamente su Utapau. Ma nel frattempo...


Nel frattempo il Cancelliere Palpatine, che altri non era che il Maestro Sith, è stato scoperto dal sempre più turbato Anakin ed è stato messo in stato d'arresto dal Maestro Jedi Mace Windu.
Ma quel volpacchione di Palpatine non si fa certo fregare dal primo Jedi sceso da un'astronave di banane, sempre grazie alla complicità di Anakin fa fuori Windu e assume il titolo di Imperatore di tutto ciò che vive e non vive nella Galassia, con tutto ciò che ne consegue...tra cui l'aspetto cadente e l'occhio giallastro.


Anche se l'apice dell'amarezza si raggiunge con l'emanazione dell'Ordine 66, ovvero con lo sterminio sistematico di tutti i Jedi, ora considerati nemici dell'Impero.
Ciliegina sulla torta e anello di congiunzione tra le due trilogie è lo scontro finale tra Maestro e Allievo, cioè tra Obi Wan e Anakyn, ormai totalmente ottenebrato dal Lato Oscuro e installazione definitiva delle varie parti robotiche, con tutti gli accessori annessi e connessi. Anche il coltellino svizzero laser.


Padmè morirà, come del resto era stato previsto, dando alla luce due bebè: Luke e Leila.


Sì, quella Leila...di cui parleremo ampiamente settimana prossima.
Terzo Episodio non brillante come i primi due, ma si sa, il tempo è tiranno e si è dovuti arrivare ad una conclusione esaustiva, tralasciando certi dettagli e concentrandosi di più sul travaglio interiore di Anakyn col seguente passaggio al Lato Oscuro della Forza. Settimana prossima, invece, faremo un salto di una ventina d'anni e parleremo abbondantemente dell'Episodio IV, quello che è il primo film in carne e ossa che io abbia mai visto!

Matt - Il Locandiere

Nessun commento:

Posta un commento