venerdì 3 maggio 2013

Era una notte buia & tempestosa: la piccola rubrica per gli Avventori dylaniati.

Buonasera cari Avventori, ormai le tenebre stanno prendendo il sopravvento e quindi ci apprestiamo ad entrare nello spaventevole mondo dell'Indagatore dell'Incubo.
Ora, come sapete la passione per Dylan Dog mi è nata da poco. L'estate scorsa. Che in fin dei conti, non è una vera e propria passione; lo ritengo piuttosto un piacevole diletto per passare il tempo. Si sa, la mia passione più grande è interamente dedicata ai libri. Ciò non toglie che reputi il fumetto una delle migliori forme artistiche mai inventate.


Alors, torniamo a noi. Oggi parliamo del numero appena uscito del nostro Indagatore dell'Incubo, cioè Dylan Dog #320.


Titolo: La fuggitiva
Soggetto e Sceneggiatura: Giovanni Di Gregorio
Disegni: Maurizio Di Vincenzo
Lettering: Ileana Colombo

Trama: Berenice Slider è l'ennesima cliente di Dylan Dog. Si tratta di una ragazza piuttosto strana, anche per gli standard del nostro Old Boy, perseguitata da voci e da un problema che lei ritiene risolvibile esclusivamente con la propria morte. Dylan, ovviamente, non ci sta a questa situazione, ma prima che potesse fare qualcosa, Berenice fugge.
Iniziano, poi, una serie di violente e inspiegabili aggressioni, tutte collegate alla persona di Berenice, ormai fuggitiva e introvabile. Durante le sue indagini Old Boy scoprirà che Berenice era un'ospite del manicomio di Harlech, credeva di essere un mostro e di abitare in un mondo oscuro, popolato da creature orribili ed agghiaccianti. Ma il quinto senso e mezzo di Dylan gli dirà che Berenice non è così pericolosa come pensa di essere, infatti scoprirà che...

Commento: i disegni sono, nel complesso, fluidi, con tinte piuttosto dark. Solo qualche scena appare un po' eterea e confusionaria.
Questa è un'avventura atipica, infatti Brenice Slider (la cliente di Dylan) vive in un mondo creato dalla sua mente; un mondo oscuro e contorto, dai tratti un po' medievali, un po' fantasy...ma di quel fantasy di serie Z.
Tuttavia il giochino divertente di questo numero sta nel continuo alternarsi tra il mondo di Dylan e di Bloch, cioè il nostro "normale", ed il mondo demoniaco/terrificante di Berenice.
Infatti vedremo anche il nostro Old Boy nei panni di un'inarrestabile Abraham Van Helsing a caccia proprio del mostro - Berenice. Del resto si sa: i mostri sono dentro di noi!

Matt - Il Locandiere

Nessun commento:

Posta un commento