lunedì 11 febbraio 2013

EDIZIONE STRAORDINARIA. Morto un Papa se ne fa un altro...e se si dimette?

Ah miei cari Avventori! Non vi aspettavate un post eh? no, certo che no...è un edizione straordinaria!


Visto il carattere estremamente vario di questo blog, perché non parlare un po' attualità mmh?

Diciamo che la notizia che tiene banco in queste ore è proprio L'abdicazione di Papa Benedetto XVI. Che poi è un'abdicazione o sono dimissioni? Io propendo per l'abdicazione, visto il ruolo dignitario del Papa, ma questi sono dettagli. La cosa incredibile è che questo fatto straordinario accada proprio in un momento delicato per gli equilibri della Chiesa Cattolica e del mondo.
Momento ancor più delicato per l'Italia, che entro poche settimane dovrà andare alle urne ed effettuare una scelta decisiva per il proprio futuro politico ed economico. Soprattutto politico, visto la grande sfiducia e la corrente antipolitica che non accenna a diminuire.
Lo straordinario risiede nel fatto che è dal 1294 che non si verifica un fatto così straordinario per la storia della Santa Sede, mi riferisco all'abdicazione di Papa Celestino V, durante un concistoro. Chiaramente si parla di tempi e modi diversi, all'epoca le lotte intestine per il potere in Vaticano erano violente e non risparmiavano nessuno, 719 anni dopo si ripete questo evento eccezionale, volto sicuramente a dipingere nuovi scenari politici nel mondo.

Prima di scendere in dettaglio vi consiglio di andare a farvi un giro sulle maggiori testate giornalistiche, io preferisco le straniere, tipo il New York Times, o il tedesco Bild, che recita: "Il nostro Papa tedesco si ritira!", o il Suddeutsche Zeitung fino a Le Monde. Curioso il fatto che non è ancora uscita un'edizione dell'Osservatore Romano, ma sono riuscito a recuperare il testo del Concistoro durante il quale Benedetto XVI ha annunciato la sua intenzione di lasciare il soglio pontificio. Testo che potrete trovare qui.

Chiaramente la notizia ha avuto e sta avendo tuttora una eco mondiale, partono servizi, speciali, dossier ed edizioni straordinarie varie. Quello che mi preme sottolineare è che questo è sì un evento straordinario ma non unico nel suo genere. Quindi, prima che qualcuno si lanci nelle solite invettive anticattoliche, buone solo nel 1861 e neanche poi così tanto buone, ci tengo a ricordarvi i nomi di coloro che hanno preso questa scelta in precedenza. Inolte vorrei precisare che, nel Diritto Canonico, in particolare Libro II, Parte II, Sezione I, Capitolo 1, Articolo 1: Il Romano Pontefice si ammette l'abdicazione del Papa. Cito:

Can 332 - §2. Nel caso che il Romano Pontefice rinunci al suo ufficio, si richiede per la validità che la rinuncia sia fatta liberamente e che venga debitamente manifestata, non si richiede invece che qualcuno la accetti.

 Per ulteriori  indagini vi consiglio di visitare questa pagina per il Libro II del Diritto Canonico.
Ora, torniamo a noi. Come vi dicevo altri Papi hanno fatto uso di questo diritto, in ordine sono:

  • Papa Clemente I
  • Papa Ponziano (anni di pontificato 230 - 235)
  • Papa Silverio (anni di pontificato 536 - 537)
  • Papa Benedetto IX (anni di pontificato dal 1033 al 1045, poi il 1045 e infine dal 1047 al 1048)
  • Papa Celestino V (anni di pontificato dal 29 agosto al 13 dicembre 1294
Con l'eccezione di Benedetto IX, che fu Papa molto corrotto, gli altri abdicarono per diversi motivi, diciamo più politici. Anche se dei primi Papi non si hanno molte informazioni in merito. Ma ora torniamo all'attuale.
Questo evento avrà un eco mondiale? Di sicuro, come già detto l'eco dell'evento sta scuotendo l'opinione pubblica di tutto il mondo, non mi pare nemmeno saggio fare delle congetture in merito. La causa ufficiale dell'abdicazione di Benedetto XVI, il sesto Papa ad abdicare, pare risieda nell'età avanzata e nei problemi di salute. Molti stanno già facendo il paragone col suo predecessore, ma si dimenticano anche che Wojtyla è stato un uomo che è in un ambiente diverso, ha visto in faccia gli orrori della guerra ed era di carattere differente rispetto a Ratzinger, più teologo che Papa, forse...
Dopo lo shock iniziale è partito anche il noto Totopapa, già si fanno avanti alcuni possibili candidati, come il cardinale Scola, Dolan (di New York) o, perché no?, un cardinale di colore, un nigeriano.
Resta il fatto che, volente o nolente, la Chiesa Cattolica necessita di un pontefice carismatico, dotato di forza, praticità e carattere. Si sa, in tempi di crisi ci vogliono dei simboli da cui trarre esempio...

Voi che ne pensate? Scrivetemi pure le vostre idee se lo desiderate, a presto cari Avventori!

Matt - Il Locandiere

Nessun commento:

Posta un commento