mercoledì 6 febbraio 2013

30 Days Movie Challenge. Giorno 5: Un film che ti ricorda qualcuno.

Gooooooooooooooooooooooooooooooooood Morning Avventori! Bentornati al nostro appuntamento settimanale per cinefili. Nonostante l'apparente inculata che mi si è data all'esame di Fisica, conservo il buon umore, ho altri esami in programma, quindi non mi sembra il caso di perdere la testa! Vai col film di oggi!


Giorno 5 - Un film che ti ricorda qualcuno: Il Re Leone


Titolo: Il Re Leone
Titolo originale: The Lion King
Regia: Roger Allers, Rob Minkoff
Durata: 88 min (versione originale)
Anno: 1994
Genere: Animazione


Trama: In Africa, quando sorge il sole, non sempre una gazzella si deve mettere a correre. Anzi in questo caso vediamo tutti gli animaletti della Savana giungere per ammirare il figlio del Re Mufasa, chiaramente un leone. Poi passiamo rapidamente attraverso l'infanzia di Simba, fino alla morte del babbo (calpestato dagli gnu) per zampa del fratello invidioso e supercattivo di Mufasa, Scar. Quest'ultimo convince Simba che la morte del padre è solo colpa del figlio stesso, costringendolo alla fuga. Per caso incontra un facocero ed un suricata (cioè il duo Timon & Pumbaa), questi decidono di prenderlo con sé e lo allevano. 
Ormai adulto Simba incontra casualmente la sua vecchia amica di infanzia, la leonessa Nala. Tra i due nasce del tenero e Nala cerca di convincere Simba a fare ritorno alla Rupe dei Re, poiché dalla morte del padre le cose non erano messe proprio bene bene, si sapeva poi che Scar non era sto grande regnante. All'inizio Simba si rifiuta, ma il babbuino Rafiki (che sembra una sorta di stregone) lo convince a tornare...


Parliamone: bon, prima di tutto vorreste sapere come mai ho scelto il Re Leone per "Ricordarmi di qualcuno". Benché io abbia tendenze monarchiche, no...non sono un nostalgico dei Savoia. Quindi chi mai sarà codesta persona? Semplice, la Nonna!
La mia cara nonna Ines, ancora arzilla e attivissima nonostante i fiumi di rimproveri da parte di mia zia e mia madre, ma che ci volete fare? Questione di grinta...
Ma perché questo cartone animato? Semplice, che ci crediate o no anche io sono stato bambino, incredibile nevvero? Locandieri non si diventa, si nasce...ma ci vuole tempo per crescere. Sicché quando ero un tenero bambino ingenuo, avevo il pallino di farmi plagiare dai cartoni devianti della Disney. Il Re Leone in cima a tutti. Quindi, capitava che mia nonna veniva a dare una mano a mia madre, quindi non appena giungeva alla magione veniva tartassata di Re Leone, un po' con le vecchie cassette della storia registrata, un po' col film stesso, insomma per lei sto benedetto Re Leone era diventato un incubo. Tant'è che recentemente se n'è saltata fuori a dirmi: <Quando prendevo il treno per tornare a casa avevo ancora il Re Leone nelle orecchie!>, grande nonna!
Ma ora diamo un breve commento tecnico (o tennico, fate vobis). Insomma è un cartone animato, secondo alcuni il migliore cartone animato Disney, secondo altri un bel cartone animato. Dal mio punto di vista è un buon lavoro, adatto a bambini e nostalgici degli anni 90 e dei cartoni vecchio stile, non quelle cagate che ci propinano ora tutte CGI ed effetti speciali (con le opportune eccezioni si intende). Nonostante le polemiche per i messaggi subliminali contenuti, nonostante le critiche di plagio, resta una tra le più grandi espressioni artistiche mai realizzate. Ammettiamolo, le sceneggiature sono emozionanti, così come l'ambientazione africana. Molto azzeccata lo ammetto, tanto da far venire quasi il "mal d'Africa" a coloro che vi si sono affezionati troppo. Per il resto, a mio parere, è un film ben riuscito, apprezzato soprattutto dal target classico per i film d'animazione: bambini e famiglie. Bon, oggi commentino breve breve, che gli impegni sono tanti, ma non vi potevo certo deludere. Ho una Locanda da portare avanti, in ogni caso.
Ah beh, prima di lasciarvi vi sparacchio un paio di curiosità, tipo che il film si è beccato un paio di premi Oscar come Miglior Colonna Sonora e Miglior Canzone (Can You Feel The Love Tonight); poi un altro paio di Nomination sempre per la Miglior Canzone (Circle of Life e Hakuna Matata). Proprio con Hakuna Matata vi lascio, un po' dedicata a voi nostalgiconi dei classici Disney ed un po' dedicata alla mia Nonna che, pur non avendo Internet, ne conosce già le previsioni meteo (sì, una volta mi ha detto: <Internet ha detto che nevica...>). Alla prossima cari Avventori, vi ricordo gli appuntamenti week-endiani imperdibili e il 30 Days Movie Challenge torna settimana prossima col giorno 6. 


Matt - Il Locandiere

Nessun commento:

Posta un commento